Casinò sul web in Cina, spopola il gioco online clandestino

In Cina il Governo di Pechino, specie nel 2017, ha dovuto far fronte alla Bitcoin-mania. E questo perché, come è noto, la Repubblica Popolare è contraria all’uso ed al trading online sulle criptovalute. Il fenomeno, da parte del Partito Comunista, è stato arginato con divieti e con vere e proprie messe al bando, ma ora la Cina deve affrontare un altro problema ad alto tasso di difficoltà, difficile da risolvere.

Gioco d’azzardo online, in Cina è vietato

Si tratta, nello specifico, del gioco d’azzardo online che in Cina è vietato, il che significa che non si possono aprire società che, con sede legale nella Repubblica Popolare, propongono video poker, slot machine e roulette per giocare sul web.

Pur tuttavia gli utenti, ovverosia i giocatori, tendono ad aggirare questo divieto aprendo conti di gioco con casinò online che si appoggiano alla legislazione ed alle norme, spesso inesistenti, di Paesi esteri come la Cambogia, il Costa Rica e le Filippine in accordo con quanto è stato riportato dal sito esquire.com.

Per giocare a blackjack in Cina non c’è più bisogno di andare a Macao

In pratica ora in Cina, dopo la Bitcoin-mania, a spopolare è il gioco online clandestino anche perché le piattaforme di casinò sul web scelte dai cittadini della Repubblica Popolare, per giocare, per divertirsi e per vincere con roulette, poker online e slot, garantiscono il pieno anonimato.

Come diretta conseguenza, chi vuole fare una puntata al blackjack non ha più bisogno di recarsi a Macao, unico luogo e territorio fisico dove è ammesso giocare d’azzardo, ma basta aprire online un account con un operatore dei Paesi sopra citati avendo la sicurezza di farla franca.

Si stima al riguardo che siano a decine gli operatori di casinò online che accettano tra i clienti quelli di nazionalità cinese che, per il Governo di Pechino, sono però in tutto e per tutto dei giocatori clandestini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *